Il progetto EPICOVID19 si propone di raggiungere ogni fascia adulta della popolazione, è stato approvato dal Comitato Etico dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani I.R.C.C.S.

Si è conclusa la seconda fase dell’indagine EPICOVID19!

Ringraziamo i più di 41.000 partecipanti che hanno nuovamente preso parte all’iniziativa compilando il
secondo questionario EPICOVID19 consentendoci così di raccogliere preziose informazioni sull’evoluzione della situazione pandemica in Italia.

Grazie al grande contributo degli oltre 198.000 partecipanti che hanno partecipato alla prima indagine distribuiti su tutto il territorio nazionale, sono stati pubblicati diversi articoli su riviste scientifiche internazionali consultabili da tutti i cittadini alla pagina Risultati di questo sito.

A breve saranno pubblicati anche i primi dati relativi alla seconda indagine, vi invitiamo pertanto a
consultare il nostro sito e i canali social per rimanere aggiornati.

Il gruppo EPICOVID19 ringrazia calorosamente tutti i partecipanti allo studio per il loro fondamentale
contributo all’iniziativa.

Il progetto EPICOVID19 è coordinato dall’Unità di Epidemiologia dell’Istituto di Tecnologie Biomediche del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche dell’Ospedale Sacco-Università degli Studi di Milano, l’Istituto di Neuroscienze e l’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR, la Società Italiana di Geriatria e Gerontologia (SIGG) e la Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT).

0
Questionari compilati durante l'indagine di follow-up
0
Questionari compilati durante la prima indagine

visita alla sezione dei risultati ottenuti dallo studio

TEAM

Fulvio Adorni e Federica Prinelli (epicovid19@itb.cnr.it), Istituto di Tecnologie Biomediche del CNR, Unità di Epidemiologia (Centro coordinatore).

Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR): N. Jesuthasan, A. Sojic, C. Pettenati, M. Gnocchi, G. De Bellis (ITB, Centro coordinatore); S. Maggi, M. Noale, C. Trevisan (IN); F. Bianchi, S. Molinaro, L. Bastiani (IFC).
Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche, Università degli Studi di Milano e Malattie Infettive dell’ASST FBF Sacco: M. Galli, S. Rusconi, G. Zehender.
Società Italiana di Geriatria e Gerontologia (SIGG): R. Antonelli Incalzi, M. Di Bari, C. Pedone.
Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT): M. Tavio, C. Mastroianni, S. Nozza, Tinelli M, Andreoni M.